Categoria | AMBIENTE

LE GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE A SUPPORTO DEI PARCHI

Pubblicato il 18 settembre 2003 alle 12:55 da Renato Sirigu

Un accordo fra la provincia e gli enti parco prevede l’utilizzo, per l’attività di prevenzione e informazione delle GEV, così da destinare maggiormente alla vigilanza forestale e polizia provinciale

Genova, 18 – La collaborazione fra parchi e provincia per la difesa e la tutela delle parti più pregiate del nostro territorio riparte dall’utilizzo delle GEV, le Guardie ecologiche volontarie, questo il succo della conferenza stampa tenuta dall’assessore Marina Dondero, dai rappresentanti dei parchi e delle GEV. La Provincia di Genova ha iniziato ad avvalersi di loro nel 1994, dopo un corso multidisciplinare e una selezione. Ora vista l’assenza di personale, tranne i tre guardia parco di Portofino, tutti gli enti parco non dispongono di agenti di vigilanza, ecco pensato un impiego in linea con le attività istituzionali proprie delle GEV. “Non con compiti repressivi, per quello esistono già gli agenti provinciali e la forestale – ha detto l’assessore provinciale Marina Dondero – ma con incarico di controllo e informazione”. Anche se le GEV sono pubblici ufficiali ed agenti di polizia amministrativa: “ma contadini e residenti – ha spiegato il presidente dell’ente parco dell’Antola Roberto Costa – non vedrebbero di buon occhio gendarmi pronti a taglieggiarli”. Invece sono molto apprezzate iniziative come il censimento del lupo e dell’aquila, nel parco dell’Antola, la rilevazione dei nidi del falco pellegrino sul monte di Portofino, il censimento dei cervi, la tabellazione effettuata nel parco del Beigua. Paolo Calleri, responsabile provinciale ricorda, fra gli altri incarichi svolti anche il rilevamento dei sentieri sull’alta via dei monti liguri e l’attività di rilevamento anticendio Le GEV in provincia sono trentatré e ogni anno prestano circa duecentocinquanta interventi, per oltre tremila ore d’impegno, percorrendo più di sedicimila chilometri. Però è dal 1991 che non si fanno selezioni e il loro numero dal 1999 è in leggero, ma costante calo. Nelle altre regioni il trend di formazione di gruppi locali GEV è in forte crescita, a dimostrazione che il settore esprime una forte potenzialità. La pesante stagione degli incendi boschivi dolosi dimostra quanto sia necessario poter contare su di una rete di vigilanza ambientale coinvolgente anche cittadini qualificati ed attrezzati a svolgere compiti d’informazione e di sorveglianza del territorio.




 
  18/09/2003 - 12:55 - Notizie Metropolitane 2003 / 260 / 11297

Questo articolo è stato visualizzato 82 volte

I commenti sono chiusi.

Seguici in Twitter

Iscriviti e ricevi le nostre notizie via email

Seleziona lista (o più di una):

Informazioni di Servizio #GenovaMetropoli

Si informa la spettabile Utenza che per sopravvenute esigenze di servizio, come da disposizioni supe [...]

La Città Metropolitana di Genova intende procedere all’affidamento di attività di supporto tecnico – [...]

Istanza di Autorizzazione Unica ai sensi D. Lgs 387/2003, D.M. 10.09.201, D.Lgs. 28/2011 e L.R. 16/2 [...]

L’Amministrazione indice una procedura negoziata per la fornitura di ricambi originali Iveco [...]

Si informa la spettabile Utenza che in data 12/03/2019 la Città Metropolitana di Genova ha estratto [...]

  • Archivio annuale

  • Archivio mensile