Sp 586 riaperta a doppio senso a Carasco, a fine anno il muro sotto il versante (video di Tabloid)

Pubblicato il 28 settembre 2015 alle 9:19 da Stefano Villa

FRANA CARASCO 586_02

Immagini e interviste sugli interventi della Città metropolitana proseguiti giorno e notte per liberare la carreggiata e bonificare il versante e sulle opere strutturali definitive per 515.000 euro, cofinanziate dalla Regione per 375.000 e della Città metropolitana per 140.000.

Ci sono volute più di novanta ore di lavoro, giorno e notte, dei tecnici e operai della Città metropolitana, con ruspe ed escavatori insieme a rocciatori e mezzi di un’impresa specializzata, per bonificare il versante da migliaia di metri cubi di materiali pericolanti, con moltissimi massi, e poter riaprire al transito la provinciale 586 della Val d’Aveto a Carasco, chiusa domenica 13 settembre per una nuova frana da monte durante l’allerta 2 meteo.

La strada, dopo l’enorme frana dello scorso inverno, in quel tratto era transitabile per motivi di sicurezza solo a senso unico alternato con semafori. Dal 17 settembre invece i tecnici sono riusciti a riaprirla a doppio senso.

​Gli interventi strutturali definitivi di messa in sicurezza di questo ripido e martoriato versante e della carreggiata, di cui i lavori appena realizzati sono la prima fase, ammontano complessivamente a 515.000 euro: 375.000 dalla Regione e i 140.000 restanti dalla Città metropolitana con risparmi sui fondi della gestione ordinaria. Prevedono un muro lungo 62 metri e alto 5 (che sarà pronto entro fine anno) per proteggere la strada sul lato a monte e nuovi cordoli e barriere laterali su quello a valle.

Nel videoservizio del programma Tabloid della Città metropolitana le immagini della parete franosa sulla provinciale 586, gli interventi realizzati per riaprire la strada al transito, le gravi difficoltà e l’impegno per trovare le risorse necessarie alla sistemazione definitiva del versante e della carreggiata, con le interviste al consigliere delegato alla viabilità e lavori pubblici Gianni Vassallo e all’ingegner Stefano Belfiore che ha progettato e dirige questi lavori.




 
  28/09/2015 - 9:19 - Notizie Metropolitane 2015 / 270 / 28738

Questo articolo è stato visualizzato 40 volte

I commenti sono chiusi.

Seguici su Twitter

Iscriviti e ricevi le nostre notizie via email

Seleziona lista (o più di una):

Informazioni di Servizio #GenovaMetropoli

Sessione 2018-1 Esame insegnanti di teoria e istruttori di guida delle autoscuole – Prova quiz e tem [...]

Nell’ambito delle iniziative collaterali al Giorno della Memoria, nella Sala Munizioniere di Palazzo [...]

Si informa che la Città Metropolitana di Genova ha predisposto la Circolare per l’utenza datata 30/0 [...]

Da 18 anni il Giorno della Memoria fa parte del calendario civile italiano e ci riguarda come ricono [...]

Visti: il D.P.R. 327/2001 e ss.mm.ii., il R.D. 1775/1933 ss.mm.ii., la L.R. Liguria 16/2008 e ss.mm. [...]

  • Archivio annuale

  • Archivio mensile