Fusione Atp-Amt, ok con consenso bipartisan. Anzalone: “Ora privati fuori”

Pubblicato il 22 novembre 2017 alle 17:56 da Filippo Cartosio

La delibera che fonda la newco del trasporto pubblico metropolitano passa con l’astensione dell’opposizione del centrosinistra, che si dichiara in linea con la filosofia di Bucci. Il consigliere delegato alle partecipate: “Prossimo passo il controllo pubblico di Atp Esercizio”.

consiglio metropolitano Tabellone votazioniE’ passata senza difficoltà oggi pomeriggio in consiglio metropolitano la delibera che dispone la fusione in una newco di Atp spa e Amt, le aziende di trasporto pubblico del territorio metropolitano genovese e del capoluogo: anche se formalmente non c’è stata unanimità, poiché i voti favorevoli sono stati ‘solo’ 14 su 19, ovvero quelli del sindaco metropolitano Marco Bucci e degli 11 consiglieri della maggioranza di centrodestra ma anche quelli della consigliera di sinistra Daniela Tedeschi e del consigliere di Avanti Tigullio Antonio Segalerba, i 5 consiglieri di centrosinistra, pur astenendosi, hanno dichiarato un sostanziale sostegno alla scelta politica del sindaco di non affidare il servizio di trasporto pubblico tramite gara ma direttamente a un’azienda in house.

Le garanzie che durante la discussione l’opposizione ha chiesto a Bucci su questa operazione societaria sono state di ordine economico (efficienza di gestione) e di equilibrio nella governance (rappresentanza dei comuni nel cda della newco). Sul primo punto il sindaco metropolitano ha escluso che un azionariato interamente pubblico sia sinonimo di inefficienza, mentre sul secondo punto ha detto che la richiesta è prematura, poiché la rappresentanza territoriale negli organi di gestione della società sarà prevista dallo statuto, che lo stesso consiglio metropolitano, a tempo debito, contribuirà a scrivere. Prematuro, per il sindaco, anche discutere di piano industriale: sarà infatti il management della futura società che, una volta nominato, dovrà sottoporlo agli azionisti, i quali lo valuteranno.

Resta il nodo della liquidazione del socio privato di Atp Esercizio, la controllata di Atp Spa che la newco si troverà in dote dopo il merger: su questo punto sia il sindaco sia Stefano Anzalone, consigliere metropolitano delegato alle società partecipate, hanno ribadito la volontà politica di acquisire come socio pubblico il controllo totale della società (si chiederà quindi al privato di uscire).




 
  22/11/2017 - 17:56 - Notizie Metropolitane 2017 / 325 / 35165

Questo articolo è stato visualizzato 428 volte

0 Commenti alla notizia

1 Trackbacks For This Post

  1. Fusione Atp-Amt, Stefano Anzalone: “Pubblico meglio del privato” (video Tabloid) | Notizie Metropolitane ha scritto:

    […] a Stefano Anzalone, consigliere metropolitano delegato alle società partecipate, dopo l’approvazione da parte del consiglio metropolitano di mercoledì 22 novembre (24 ore dopo analoga approvazione da parte del consiglio comunale di Genova) della delibera che […]

Seguici su Twitter

Iscriviti e ricevi le nostre notizie via email

Seleziona lista (o più di una):

Informazioni di Servizio #GenovaMetropoli

Domanda di Autorizzazione Unica per impianto idroelettrico di potenza media annuale di 173 kW sul ri [...]

Si informa la spettabile Utenza che in data 11/01/2018 la Città Metropolitana di Genova ha estratto [...]

Dicembre 2017: Regione Liguria ha approvato il "Piano di dimensionamento della rete scolastica [...]

Sabato 13 Gennaio 2018 ore 21.00 Teatro dell'Ortica, Genova. Spettacolo in collaborazione con i [...]

Si invita la cittadinanza a valutare il piano anticorruzione di #GenovaMetropoli 2018-20 compilando [...]

  • Archivio annuale

  • Archivio mensile