Rischio alluvione, qui il questionario per i cittadini di cinque comuni metropolitani

Pubblicato il 12 dicembre 2017 alle 17:21 da Filippo Cartosio

Ecco la survey online rivolta ai residenti di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò, per indagare la loro percezione del rischio alluvione nell’ambito del progetto Proterina3Evolution, di cui Città Metropolitana di Genova è partner.

Proterina EvolutionIn tema di prevenzione delle alluvioni è importante anche la consultazione dei cittadini, per ascoltare la loro esperienza e trarne informazioni utili: per questo una parte del progetto Proterina3Évolution, di cui Città metropolitana di Genova è partner e che intende migliorare la capacità delle istituzioni di prevenire e gestire congiuntamente il rischio alluvione, indaga la percezione del rischio alluvione da parte della cittadinanza attraverso un questionario self-report anonimo rivolto ai residenti dei comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò. La compilazione richiede pochi minuti e i dati raccolti permetteranno una analisi dettagliata.

Proterina3Evolution (qui l’account twitter per aggiornamenti) è il terzo passo di un progetto europeo di protezione del territorio dai rischi naturali. E’ iniziato a gennaio 2017, dura fino a dicembre 2019 ed è un’evoluzione di quanto realizzato nella Programmazione 2007-2013 con i progetti Proterina-Due, Resmar e Proterina-C.

Beneficiarie del progetto (dirette o indirette) sono le amministrazioni competenti nel campo di protezione civile, difesa del suolo e ciclo delle acque, gli organismi che svolgono attività di previsione e monitoraggio dei fenomeni meteorologici e i cittadini, coinvolti attivamente nei processi decisionali.

Le parole chiave che descrivono l’approccio e il carattere innovativo del progetto sono:
Partecipato. Partecipazione, inclusione e coinvolgimento di popolazione e amministratori, come strumento di creazione di comunità resilienti;
Transfrontaliero. Eventi di Costa Azzurra, Sardegna, Liguria e Toscana possono essere gestiti meglio mettendo a sistema competenze e risorse comuni:
Consolidamento. Il progetto capitalizza e sviluppa quanto di buono è stato fatto sul tema nelle precedenti Programmazioni per mettere in campo ulteriori efficaci azioni. 

L’obiettivo generale del progetto è rafforzare la capacità di risposta del territorio al rischio alluvioni attraverso la costruzione della consapevolezza delle istituzioni e delle comunità, e in particolare:

– migliorare l’efficacia di misure di prevenzione (strutturali e non) dal rischio alluvioni, attraverso il coinvolgimento transfrontaliero e trans-regionale dei livelli istituzionali e delle comunità che si rendono disponibili attivamente a un processo di accrescimento della consapevolezza del rischio sul proprio territorio;

– potenziare le reti di monitoraggio e integrare i dati acquisiti all’interno di modelli di allerta precoce capitalizzando i risultati della precedente programmazione;

– aumentare la capacità transfrontaliera di adattamento al cambiamento climatico attraverso lo sviluppo di comunità resilienti.



 
  12/12/2017 - 17:21 - Notizie Metropolitane 2017 / 345 / 35370

Questo articolo è stato visualizzato 319 volte

I commenti sono chiusi.

Seguici in Twitter

Iscriviti e ricevi le nostre notizie via email

Seleziona lista (o più di una):

Informazioni di Servizio #GenovaMetropoli

L’Amministrazione indice una procedura negoziata per la fornitura ricambi originali per manutenzione [...]

Sessione 2018-1 Esame insegnanti di teoria e istruttori di guida delle autoscuole – Prove orali e si [...]

L’Amministrazione indice una procedura negoziata per la fornitura per la segnaletica orizzontale [...]

La Città Metropolitana di Genova, in qualità di Ente gestore della viabilità provinciale, in adempim [...]

  • Archivio annuale

  • Archivio mensile